Notizia pubblicata il 24/10/2019

Il fisioterapista è l’operatore sanitario, in possesso del diploma universitario abilitante, che svolge in via autonoma, o in collaborazione con altre figure sanitarie, gli interventi di prevenzione, cura e riabilitazione nelle aree della motricità, delle funzioni corticali superiori, e di quelle viscerali conseguenti a eventi patologici, a varia eziologia, congenita od acquisita (Decreto Ministeriale 741/94). Far stare bene le persone é ciò che spinge ogni fisioterapista a svegliarsi la mattina, è il bello del nostro lavoro. 

Gli sviluppi nell’ambito della medicina, delle professioni sanitarie e della fisioterapia in particolare fanno sì che i professionisti debbano poter agire in modo sempre più specializzato per far fronte efficacemente alle esigenze poste dalla pratica clinica.

La richiesta di fisioterapisti altamente qualificati è quindi in costante aumento. Per questo motivo ogni fisioterapista dovrebbe intraprendere percorsi di specializzazione e successivamente continuare ad aggiornarsi attraverso quella che viene chiamata “formazione continua”. Nel mio caso la scelta è ricaduta sul Master di I° livello in Terapia Manuale e Fisioterapia Muscoloscheletrica di Milano. “La fisioterapia neuro-muscoloscheletrica è una branca della fisioterapia basata sul ragionamento clinico, che impiega approcci riabilitativi altamente specializzati che includono tecniche manuali ed esercizio terapeutico. L’operato si basa sulle migliori evidenze cliniche possibili e sulla struttura complessa di ogni singolo paziente” (IFOMPT, 2004). Il Master è attivato in collaborazione con il GSTM -Gruppo di Studio della Terapia Manuale e Riabilitazione Muscoloscheletrica ed è organizzato attraverso l’integrazione di competenze didattiche accademiche e professionali secondo i principi dell’Evidence Based Physiotherapy, l’applicazione del modello bio-psicosociale in linea con il modello ICF-DH (International Classification of Functioning, Disability and Health) e con una cultura incentrata allo SPC-Sviluppo Professionale Continuo secondo gli orientamenti della World Confederation for Physical Therapy (WCPT). Grazie a questo percorso è possibile ottimizzare l’esecuzione delle tecniche di terapia manuale (mobilizzazioni e manipolazioni) integrandole con l’esercizio terapeutico (motorio e funzionale), due realtà della fisioterapia ormai inscindibili nelle proposte di trattamento. Inoltre il fisioterapista avrà la possibilità di apprendere modalità di gestione complessiva del paziente (relazione terapeutica e comunicazione) per limitare la disabilità ed attuare le idonee strategie di “pain management” (gestione del dolore). Tutto questo ha come fondamento un approccio globale alla salute in otticabio-psico-sociale centrato sui bisogni e sulle richieste del paziente. 

Per qualunque informazione contatta pure lo 0331627267 e riceverai tutte le informazioni che cerchi! 

Come sempre,un caro saluto a tutti quelli che sono arrivati alla fine dell’articolo.

 

Sartori Elena - Fisioterapista presso Fysiolab Srl-

Contattaci per fissare un appuntamento

Compila il modulo di contatto oppure chiamaci subito