Notizia pubblicata il 14/11/2019

Il dolore che una persona prova nella parte bassa della schiena può essere, come da foto illustrativa, di natura: vertebrale, muscolare o riguardante l’articolazione sacro-iliaca. Inoltre se il dolore si irradia sull’ arto inferiore si parla di lombosciatalgia, cruralgia o sciatica.

Vediamo nello specifico le varie possibilità di dolore lombare:

DOLOREVERTEBRALE: è quel dolore che ha origine nella componente ossea della colonna vertebrale ed in particolare alle problematiche del disco intervertebrale il quale è una struttura composta da un anello fibroso, chiamato anulus, e un nucleo polposo di materiale simile ad un gel. In seguito a traumi o degenerazioni, l’ anello rigido può “rompersi” (il termine medico corretto è fissurarsi) e creare una piccola fuoriuscita del gel dando vita ad una protrusione, se la fuoriuscita rimane circoscritta, oppure nel caso in cui il gel fuoriesca completamente dall’ anulus, parleremo di ernia del disco. Un’ altra origine di dolore lombare-vetebrale è il dolore riferito all’ artrosi delle faccette articolari le qualivanno incontro alla degenerazione delle loro superfici articolari con perdita della cartilagine. Generalmente è dovuto a fattori di sovraccarico delle articolazioni il che determina usura delle faccette articolari.

DOLORI MUSCOLARI: sono una causa frequente del mal di schiena lombare. I muscoli maggiormente coinvolti e soggetti a contratture che possono determinare il mal di schiena lombare sono: il quadrato dei lombi, il gran dorsale, il retto dell’addome, i muscoli glutei, i muscoli paravertebrali, l’ ileo-psoas e il piriforme.

Quando a livello lombare si verifica una compressione delle strutture nervose, ovvero erniazione o protrusione del disco intervertebrale, che vanno ad innervare l’ arto inferiore corrispondente, si parla di LOMBOSCIATALGIA (la lombosciatalgia causa dolore nella parte inferiore della schiena e lungo l’ arto inferiore corrispondente, compreso il piede; insorge a causa di una compressione o di un' irritazione del nervo sciatico il quale si origina tra la zona lombare e la zona sacrale della colonna vertebrale, passa attraverso il gluteo e percorre tutto l' arto inferiore, fino alla parte interna del piede), CRURALGIA (il dolore dovuto dalla cruralgia si irradia lungo la faccia anteriore e/o interna della coscia e segue il decorso del nervo crurale; se il dolore coinvolge anche la schiena bassa si parla di lombocruralgia; come per la lombosciatalgia, nei casi più gravi il dolore è accompagnato da formicolii, intorpidimento e sensazione di bruciore associato a  debolezza dell’ arto inferiore interessato). Se il dolore invece riguarda solo l’ arto inferiore escludendo la schiena nella sua zona lombare, si può parlare di SCIATICA (infiammazione del nervo sciatico provoca un caratteristico e fastidioso dolore lungo l' arto inferiore, esattamente sul percorso del nervo sciatico; può avere un’ origine sia a livello delle vertebre lombari che più distalmente a livello del passaggio gluteo, più nello specifico nella zona di interesse del piriforme).

Quali sono i rimedi, le terapie che possono essere prese in considerazione per risolvere o quanto meno alleviare ildolore lombare?

Innanzitutto si deve partire da un’attenta e precisa diagnosi medica di esclusione di tutte quelle patologie gravi e non di nostra competenza (Es neoplasie vertebrali, oppure problematiche viscerali che si ripercuotono sulla zona lombare, nello specifico e nella maggioranza dei casi dovute ai reni…), per questo si consiglia sempre al paziente di eseguire una visita ortopedica o una visita neurochirurgica.

Stabilita la corretta diagnosi si può impostare il programma riabilitativo che, secondo noi, dovrebbe sempre iniziare da una valutazione posturale ed essere seguito da una riabilitazione posturale (Metodo Mezieres), una correzione dei gesti e delle posture patologiche che il paziente assume nella vita quotidiana, dall’ esercizio terapeutico e nella sua fase acuta da tutte quelle terapie fisiche che hanno l’obiettivo di ridurre l' infiammazione e il dolore locale (tecar terapia, laser yag, crioterapia). Il lavoro che il paziente esegue presso Fysiolab Srl è sempre impostato e regolato nella maniera più individuale possibile e si adatta, modifica nel corso della terapia, in base al ritorno che il paziente stesso dà al fisioterapista di competenza.

Per qualunque informazione contatta pure lo 0331627267 e riceverai tutte le informazioni che cerchi! 

Come sempre,un caro saluto a tutti quelli che sono arrivati alla fine dell’articolo.

Pedrani Omar –Fisioterapista e titolare di -FysiolabSrl-

Contattaci per fissare un appuntamento

Compila il modulo di contatto oppure chiamaci subito